Giocare in borsa è davvero un gioco

Giocare in borsa: è davvero un gioco ?

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Analisi tecnica dei mercati finanziari, Come fare trading online, Strategie di investimento

Giocare in borsa… Che brutto modo di dire! Ogni tanto sento qualcuno che dice “Ah si quel tizio fa un bel lavoro, gioca in borsa!”. Ma “giocare” in borsa è davvero un gioco? Giocare in borsa, cosa c’è da sapere. Partiamo da luogo comune, ovvero che per la maggior parte delle persone l’operare in borsa viene vista come un gioco. Perché giocare in borsa non è un gioco? Scusa, ma per quanto banale possa sembrare la domanda io credo che nella tua vita non hai mai sentito di qualcuno che gioca a fare il dottore, l’avvocato, l’architetto o il falegname. Si gioca a carte, si gioca al gratta e vinci, si gioca a tombola. In borsa non si gioca. Anche perché se di gioco si tratta, puoi anche perdere sempre. In fondo se è un gioco che problema c’è? Operare in borsa è tutta un’altra faccenda. Probabilmente sia che tu sia un investitore od un trader, ci sono stati dei momenti in cui hai vissuto queste fasi: Chiediamo ausilio al dizionario per andare ad indagare nel significato di della parola giocare “in borsa”: Cit. Treccani “… Dedicarsi a un gioco, singolo o collettivo, per spasso, passatempo o esercizio: i bambini giocano nel giardino; g. a palla, a rincorrersi, a nascondino, a mosca cieca;…” (http://www.treccani.it/vocabolario/giocare/) Operare in borsa, pone l’individuo che segue seriamente questa attività, a forti condizioni di stress emotivi. Probabilmente per alcuni si tratta di un passatempo che richiede però di enormi risorse soprattutto conoscitive e poi anche finanziarie. E’ notizia diffusa che il 95% dei trader che […]

Analisi tecnica dei mercati finanziari. Che cos'è

Analisi tecnica dei mercati finanziari. Che cos’è? Come si usa?

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Analisi tecnica dei mercati finanziari, Come fare trading online

Analisi tecnica dei mercati finanziari. In molti si chiedono quale sia lo scopo oppure a cosa possa servire. L’analisi tecnica dei mercati finanziari è una disciplina il cui scopo è quello di riuscire ad interpretare il mercato grazie all’andamento grafico dei prezzi di uno strumento finanziario. Il pioniere di questa materia è stato Charles Dow, avete presente l’indice americano Dow Jones? Il nome dell’indice prende spunto dal suo cognome insieme a quello di Edward Jones. Analisi tecnica dei mercati finanziari: quali sono i principi? I punti su cui si basa l’analisi tecnica dei mercati finanziari, sono i seguenti: Il prezzo è una sintesi di tutte le informazioni disponibili. Il mercato ha tre tendenze: primaria, secondaria e minore. Citando il libro Analisi Tecnica dei Mercati Finanziari di John J. Murphy (ed.Hoepli), “ Il trend primario era come la marea. Il secondario o di medio periodo era paragonato alle onde che viaggiano con la marea. Il trend minore è paragonabile ai frangenti delle onde.” La tendenza primaria ha tre momenti fondamentali, la prima che viene di accumulazione, in cui le persone più scaltre e solitamente le mani forti (banche, fondi d’investimento ecc..) iniziano ad acquistare, poi arriva la partecipazione pubblica in cui la maggior parte delle persone si convince di investire in borsa ed infine abbiamo la fase chiamata di distribuzione, in cui l’euforia è alta e anche la famosa signora di Voghera investe in borsa. In questo momento le mani forti iniziano a vendere le loro posizioni. L’ultima regola sostiene che un trend è […]

Indice Nikkei: analisi del 17-21 Ottobre 2016

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Analisi tecnica dei mercati finanziari, Come fare trading online

Indice Nikkei, questa settimana vi proponiamo l’analisi dell’indice azionario giapponese. Partendo dal grafico mensile di lungo periodo (Fig. 1) dell’indice NIKKEI, è evidente la correzione che ha interessato l’indice giapponese nell’ultimo anno e che ha portato le quotazioni ad un ridimensionamento del 20% circa passando dagli oltre 20000 punti agli attuali 16900. L’attuale area dei prezzi sta mostrando una solida tenuta e quindi è ipotizzabile che sia un area di accumulo. Infatti gli attuali livelli di prezzo hanno trovato un solido supporto in area 15000/15500, corrispondente tra l’altro anche al livello di Fibonacci 38.2%, da cui le quotazioni sono ripartite per andare ad attaccare le quotazioni massime di queste ultime settimane poste in area 17.000. La correzione che ha interessato l’indice NIKKEI nell’ultimo anno sembrerebbe quindi essere stata salutare per dare un nuovo impulso rialzista. Figura 1: Passando al grafico settimanale (fig. 2), è possibile notare come il trend di fondo sia long e che la correzione che ha interessato l’indice nell’ultimo anno stia formando la creazione di un triangolo la cui rottura al rialzo potrebbe dare luogo a nuove spinte rialziste. Passando poi al grafico giornaliero (fig. 3), notiamo che l’area dei minimi che ha interessato le ultime 8 sedute e posta in area 16.800 sia sempre stata un’area comprata. Siamo comunque in prossimità di area 17.000 che negli ultimi 2 mesi ha respinto per ben 4 volte lo slancio rialzista. Questo comporta che: –          Si tratta di un livello importante; –          E’ un area identificata da una cifra […]

Store First

Quali alternative ai rendimenti nulli? Il caso Store First

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Diversificazione negli investimenti finanziari, Gestione degli obiettivi di investimento, Investimenti immobiliari

Momento difficile per gli investitori. Sul mercato infatti non ci sono delle attraenti possibilità per cui valga la pena impegnarsi. Attualmente il mercato obbligazionario offre dei rendimenti che rasentano lo 0 rendendo praticamente inutile accollarsi un qualsiasi tipo di rischio per poter investire. Quindi le alternativa non sono molte: investire sulla propria persona con viaggi o facendo della formazione, non investire che rimane in questo periodo sempre una idea saggia oppure valutare delle alternative agli strumenti finanziari. Oggi vi parlo del caso Store First.

Tassi di interesse negativi

Tassi di interesse negativi e rendimento zero. Che fare?

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Diversificazione negli investimenti finanziari, Strategie di investimento

I tassi di interesse negativi sono qualcosa che nemmeno teoricamente era possibile pensare. Ma in quest’epoca in cui tutto cambia dobbiamo abituarci a ragionare all’inverso. Una situazione che non giova a nessuno. Non è favorevole alla crescita dell’economia reale, non è favorevole per chi risparmia, non è favorevole per le banche che non avendo margini sono costrette a vendere di tutto: telefonini, viaggi, attrezzi per palestra. Ovviamente questa situazione impatta anche sui tuoi investimenti: ma allora come fare? Vediamo insieme alcune possibilità!