Analisi tecnica dei mercati finanziariDiversificazione negli investimenti finanziariStrumenti azionari

Investire in azioni è un asset che conviene? Come si fa?

Investire in azioni tramite ETF

Ieri mi è venuto in mente un ricordo del passato. In particolare è riemerso nei miei ricordi il professore di fisica delle superiori ed in particolare una lezione in cui ci spiegava il concetto di velocità relativa.
Senza fare un trattato di fisica, provo a spiegare il concetto per il nostro ambito di competenza ovvero quello finanziario.

 

Investire in azioni mediante ETF

Facciamo un passo indietro.
Se mi leggi da un po’ di tempo, sai già benissimo che le forme di investimento nei mercati finanziari possono essere di diversi tipi: azioni, obbligazioni, commodities, ecc…

In diverse occasioni, per beneficiare del concetto di diversificazione, ho scritto in merito agli ETF.

Giusto un rapido riepilogo: gli ETF sono degli strumenti finanziari quotati sui mercati regolamentati ed acquistabili attraverso qualsiasi banca. Se la tua banca non te li fa comprare, chiedigli perchè dopo aver dato una occhiata a questo video:

Gli ETF in buona sostanza altro non sono che dei contenitori al cui interno ci sono altri titoli. Quindi comprando un solo strumento è possibile prendere esposizione su centinaia di titoli di quella tipologia (ad esempio azioni, obbligazioni, ecc..).

 

ETF azionario: investire su un gruppo di titoli

Rielaborato questo concetto, torniamo al punto di partenza ovvero al tema della velocità relativa.
Immagina di dover misurare la velocità di un gruppo di ciclisti. Per capire la velocità del gruppo, bisogna prendere la misurazione dal primo ed aspettare che arrivi l’ultimo.
Non è detto però che la velocità del gruppo coincida con la velocità del singolo. Perché se il penultimo cominciasse a pedalare come un forsennato per raggiungere la prima posizione la sua velocità sarebbe molto più elevata di quella di tutto il gruppo.

La stessa cosa accade anche in ambito finanziario.
Immagina di prendere un ETF azionario. Stai investendo sul gruppo, per cui la tua velocità (la tua performance) è quella del gruppo.

Ma se tu investissi sul singolo, potresti avere una velocità molto superiore rispetto al gruppo. Fermo restando però che in questo caso ovviamente ti vai ad assumere un rischio specifico sul singolo titolo.

Questo però è quello che è successo a chi ha seguito i miei spunti operativi investendo su EPR PROPERTIES (https://www.eprkc.com/) quotata sul mercato americano, acquistata il 2 Aprile 2020 al prezzo di 20,21$ e venduta (per metà della posizione) il 5 Giugno 2020 al prezzo di 43,85$ (+116%).

 

Oppure è quello che è successo a chi ha seguito sempre i miei spunti operativi investendo su NIO (https://www.nio.com/) , un competitor cinese di Tesla, quotato sul mercato americano, acquistato il 16 Giugno 2020 al prezzo di 7,43$ e venduta (per metà della posizione) l’8 Luglio 2020 al prezzo di 14,86$ (+100%).

Controllare il rischio sulle singole azioni

Chiunque sogna di trovare il titolo Google, Apple, Amazon della situazione per potersi vedere nel giro di qualche anno decuplicato il proprio capitale.
Ovviamente non è semplice, anche perchè nella maggior parte dei casi non ci sono storici né sulle quotazioni e nemmeno da un punto di vista di dati finanziari. Di fatto, si tratta quindi di scommesse.

Tuttavia esistono moltissimi titoli interessanti su cui vale la pena investire e su cui se vogliamo può essere adottato un approccio da cassettista soprattutto per gli animi più tranquilli. Potrebbero essere un esempio titoli come Colgate Palmolive, Procter and Gamble, Walmart.

 

Titoli azionari del mercato americano

Probabilmente, a questo punto, ti starai facendo almeno un paio di giustissime domande. Ma perchè guardare al mercato americano e non quello italiano? Quanto bisognerebbe investire su ogni titolo?

Il motivo per cui ritengo che il mercato americano sia più interessante di quello nostrano è che le opportunità sono decisamente superiori (molti più titoli, aziende nettamente più grandi, ecc..). Su questo ti invito a fare una verifica. Per esempio ci sono titoli quotati sul mercato americano che nel giro di 10 anni hanno registrato una performance del 1000%. Tradotto in soldoni, se dieci anni fa avessi investito 5.000 oggi te ne ritroveresti 50.000.

No, non sto parlando di Google, Apple, Amazon, ecc… Ma di altri titoli che probabilmente ai più non dicono nulla come ad esempio Lowe’s oppure Home Depot che sono dei grandi magazzini di materiali edili e da giardinaggio un po’ come i nostri OBI oppure LeroyMerlin.

Come? Non ci credi? Allora, guarda tu stesso:

E considera che in tutto questo tempo, come vedi dalle molte D presenti sul grafico, chi ha investito su questo titolo ogni 3 mesi ha pure incassato il dividendo!!

 

Quanto investire sul singolo titolo azionario?

A questo punto però occorre fare un’altra precisazione: quanto investire sul singolo titolo?
Come ho scritto prima, il singolo titolo offre delle opportunità che un paniere non riesce a dare.
Fermo restando però che mentre su un paniere per assurdo sarebbe possibile investire tutto il proprio patrimonio assumendosi (diciamo così) un rischio relativo, il singolo titolo ovviamente incamera un rischio superiore come ci hanno insegnato anche le storie del recente passato (Lehman Brothers, Cirio, Parmalat, Wirecard, ecc…).

Compreso questo concetto fondamentale, va da sé che ovviamente ognuno in funzione del proprio profilo di rischio e del proprio patrimonio decide di allocare la quota a lui compatibile.
Ritengo tuttavia inutile prendere in considerazione l’investimento su un singolo titolo per meno di 5000€. Comprendi da solo che non avrebbe molto senso.

A questo punto che si fa?
Sei curioso di sapere quali titoli tengo sott’occhio? Se così è, puoi dare una occhiata ai titoli che ho studiato, e che alcuni hanno deciso di acquistare, attraverso questo link:

https://wallmine.com/portfolios/204177/s/RCEPpv8atuo9fRDmP9UzA5wA

E se vuoi essere aggiornato prontamente sulle segnalazioni che fornisco?
In quel caso mi devi contattare a info@rdfinanza.it indicandomi il tuo numero di cellulare ed il tuo nome e verrai inserito nella mia segretissima lista WhatsApp e riceverai aggiornamenti direttamente sul tuo cellulare quando verranno pubblicati!

Il mestiere dell’investitore è un lavoro che richiede pazienza, ma soprattutto cultura e formazione.

Ti aspetto!
Alla prossima!
Roberto D’Addario
Financial coach

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *