Come gestire le proprie finanzeFinancial Coach RiminiInvestimenti immobiliari

Differenza tra un financial coach ed un financial advisor

Financial coach cosa fa

Hai dei soldi da gestire, prendi qualche contatto, visiti qualche consulente ed il gioco è fatto. Stanno davvero così le cose? Sei sicuro di non avere alcun compito in questa dinamica? Ma soprattutto, ciò che ti viene suggerito conviene a te?
Già da queste poche domande comprendi che investire è un’attività delicata, importante e non delegabile. Per capire però cosa fare ed avere i parametri per fare le corrette valutazioni bisogna conoscere le regole del gioco. Come in qualsiasi attività della vita ci sono delle regole che vanno rispettate. Per essere rispettate vanno conosciute. Quali sono le regole per gli investimenti? Le conosci?

 

Imparare a gestire le proprie finanze: è possibile?

Ci sono argomenti di cui difficilmente si parla con gli altri.
Tra questi argomenti sicuramente ci sono: il sesso, la religione e la finanza.
Ovviamente qui parleremo del terzo ovvero dell’aspetto finanziario.

La tentazione di voler gestire da soli le proprie finanze è sempre molto forte. È possibile o è impossibile? La mia risposta a questa domanda è doverosa!
Devi imparare a farlo!

Perché dico questo? Perché come in ogni attività nella vita ci sono delle regole non scritte che bisogna sapere.
Ti faccio un esempio. Poni che ti metto in un tavolo da gioco; tu conosci le regole della briscola, ma le carte sono da poker e quindi si gioca a poker. Ovviamente sbaglierai o non capirai nulla di quel gioco. Sei stupido? Assolutamente no! Semplicemente non conosci le regole.

 

Un financial coach è come un allenatore sportivo

Prima di proseguire, lascia che mi presenti velocemente.

Mi chiamo Roberto D’Addario e sono un financial coach. Come il compito svolto da un allenatore sportivo, supporto i miei clienti ad individuare soluzioni in grado di perseguire degli obiettivi di vita ed in particolare finanziari. Questo significa che in quanto “allenatore” non mi sostiuirò mai e per nessuna ragione alle tue scelte. Le scelte, a maggior ragione in campo finanziario, sono personali e non delegabili. Per fare un esempio è come andare in bicicletta insieme. Possiamo condividere tecniche e modalità ma ognuno va con la bicicletta propria ed alla propria velocità che è in grado di sostenere.

Si può imparare da soli, come moltissime attività nella vita oppure con l’aiuto di un allenatore finanziario che, stando al tuo fianco, può condividere le sue esperienze per instradarti sulla corretta via da percorrere ed evitarti numerosi errori che, come ben saprai, nella vita in qualche modo si pagano.

 

Differenza tra financial coach e financial advisor

L’alternativa ad un financial coach è rappresentata dai consulenti finanziari. La maggior parte dei consulenti finanziari però, lavora per una rete ovvero per una banca. Vengono remunerati in funzione del prodotto che ti vendono.

Da questo comprendi che potresti trovarti di fronte al miglior professionista possibile, ma purtroppo con delle soluzioni che possono rivelarsi limitate ed inadeguate per il tuo caso.

Cosa voglio dire? Beh molto semplice. Un consulente finanziario remunerato sul prodotto che colloca non ti potrà mai dire di comprare un’azione Enel, Fiat, Apple o Google, per fare qualche esempio. Così come non potrebbe mai suggerirti di investire in un immobile in Italia o all’estero piuttosto che in oro fisico od altre forme di investimento come obbligazioni non quotate oppure per esempio dei loan note.

Sono recentemente stato ad un corso avente per titolo “Investimenti immobiliari e investimenti finanziari verso il giusto equilibrio”.
Sono rimasto basito dai partecipanti e dalla miopia con cui vengono visti ed affrontati certi argomenti.
Il punto cardine sostanzialmente è stato che investire in immobili era sbagliato mentre investire in attività finanziaria era giusto.

Qui mi sono cominciate a venire mille spunti, non essendo amante degli assolutismi.

  1. È sempre vero?
  2. È un asset che comunque i clienti hanno e quindi devono essere gestiti in qualche modo. Quale è la soluzione più efficiente?
  3. Parlare genericamente di immobili è come parlare genericamente di azioni od obbligazioni. In sostanza non ha senso. In altri termini così come un’azione Google o Apple non è uguale ad un’azione Cirio o Parmalat, di conseguenza un immobile situato a Roccacannuccia (LE) non è uguale ad un immobile ubicato a Milano.
  4. Gli immobili, tanto bistrattati da chi eroga consulenza, sono l’unico asset per cui una banca è disposta farvi un mutuo ovvero prestarvi i soldi, udite udite, all’1,5% (condizioni attuali) per 30 anni… Tu lo faresti un investimento a 30 anni all’1,5%?? Io personalmente non lo farei mai. Se andate in banca chiedendo loro di prestarvi dei soldi per investire nelle loro attività finanziarie nella migliore delle ipotesi riceverete un bel calcio nel sedere… Come mai? Cioè se i soldi sono i vostri investire in immobili è una sciocchezza… Se invece i soldi non li avete e ve li deve prestare la banca se comprate un immobile ve li danno se dovete comprare attività finanziarie no. Non è un po’ strano?
  5. Altro aspetto che ho considerato in altri post è relativo al controllo. Il 100% del controllo non è mai possibile averlo. Per nessuna ragione. Però l’immobile decido io dove comprarlo, quando comprarlo e quanto spenderci.
    Allo stesso modo decido anche in che modo comprarlo (mutuo, contanti o credit lombard per fare qualche esempio; ed in linea di massima decido anche io in che modo disfarmene.
    Ovviamente non è privo di rischio. Ci sono i rischi naturali, il deperimento dello stesso, il possibile degrado della zona.
    Dall’altro lato però, nel caso si voglia optare per uno strumento finanziario, faccio un atto di fede nei confronti di un terzo che nemmeno conosco. Non mi riferisco al consulente finanziario della situazione, ma al prodotto che mi viene suggerito… Chi lo gestisce il fondo? E se il gestore va via? Cosa ci fanno dei miei soldi? Cosa succederebbe in caso di crac finanziario?

Forme di investimento – Quali sono e come si scelgono

In cosa consiste il tuo patrimonio per il financial coach

Le domande e le considerazioni potrebbero essere ancora tante.
Mi limito però a sintetizzare il tutto dicendo che, come ho scritto prima, non esistono assolutismi.
Nulla è buono e perfetto al 100%. Anche perchè, se così fosse e qualcuno lo sapesse, allora tanto varrebbe esporsi su un unico asset di investimento. Ma non è così!

Ma torniamo alla differenza tra financial coach e financial advisor. La differenza sta nell’orizzonte e definizione di patrimonio.
Per il consulente finanziario il tuo patrimonio è confinato ai tuoi investimenti finanziari da cui genera il suo reddito. Nei casi più evoluti qualcuno si preoccupa di qualche copertura assicurativa.

Un financial coach considera come patrimonio i tuoi asset finanziari, immobiliari, partecipazioni societarie e tutto quanto ha a che fare con entrate e uscite di soldi nella tua vita. Preoccupandosi di farti comprendere le soluzioni migliori per poter gestire le tue disponibilità, su cui poi la decisione spetta solo e soltanto a te!

Facendo un parallelo calcistico, un allenatore lavora su schemi di gioco, su esercizi da fare per raggiungere determinati obiettivi, ma quando i calciatori sono in campo sono loro che decidono dove, come e quando tirare la palla!

Un consulente finanziario ti toglie una grossa responsabilità. Quella di decidere. Infatti il consulente finanziario ti può consigliare in funzione del tuo profilo di rischio, patrimonio ecc, su cosa investire. Poi se le cose vanno bene al primo incontro utile “Abbiamo guadagnato questo o quello…”… se le cose vanno male “…E ma il mercato…”.

Ma come ho detto prima, non esistono assolutismi. Quindi non è detto che non ci siano consulenti finanziari preparati e che lavorino bene.

Quello su cui mi sto raccomandando è che il pallino lo devi avere in mano tu.
Tu devi essere in grado di decidere su cosa ti viene consigliato.
Devi essere in grado di comprendere le informazioni ed i suggerimenti che ti vengono forniti.

 

Il financial coach e la pianificazione finanziaria

Un consulente finanziario o un financial coach ti possono aiutare nella pianificazione finanziaria. Ma non sono i professionisti a doverla fare. Sei tu che devi comprendere i criteri con il quale stilare il tuo piano di battaglia. La pianificazione finanziaria è quindi la tua, non del professionista.

Il professionista ha il compito di aiutarti a capire se il tuo piano è raggiungibile o meno. Se è migliorabile o meno.

  • Cosa mi aspetto dai miei soldi?
  • Cosa ci devo fare? In quanto tempo?
  • Cosa posso migliorare?
  • Sono tutelato in caso di imprevisti?

Il motivo per cui insisto sul fatto che ognuno debba avere un minimo di educazione e formazione finanziaria è perchè sono estremamente convinto che se vuoi risultati diversi, devi fare cose diverse e devi imparare tu in prima persona a capire come gestire ed investire i tuoi soldi. Diversamente ci sarà sempre qualcuno che decide/propone cose che non hai scelto e/o voluto tu. È una responsabilità personale non delegabile, quella della gestione del patrimonio.

 

L’importanza dell’avere un’istruzione finanziaria

La maggior parte delle persone cerca la consulenza finanziaria di broker, venditori come operatori di borsa, assicuratori e altre figure che traggono profitto dando consigli finanziari anziché istruzione finanziaria. È la differenza fra sentirsi dire cosa fare con i propri soldi rispetto a sapere cosa fare con i propri soldi.
Questo non significa diventare esperti nel settore, ma avere gli strumenti e le facoltà di decidere e comprendere cosa fare con i soldi che tu o chi per te ha guadagnato e risparmiato.

Una volta che hai le basi di comprensione su questo aspetto, comprendi che sei “padrone” delle tue scelte. Non devi fare necessariamente ciò che ti viene detto. Mantieni, preservi ed utilizzi la tua libertà di scelta che diversamente non potresti esercitare. A questo serve un coach finanziario.

Poi una volta costruite le basi sarà sempre possibile potersi rivolgere ad un consulente finanziario, ma comprendi benissimo la differenza sostanziale e qualitativa di gestione del patrimonio che ne deriva.
Uno dei principi per cui molte persone e personaggi della storia hanno dato la propria vita è la libertà. Questo è uno dei valori che deve essere preservato, difeso e confermato anche in campo finanziario.

È il motivo per cui erogo giornate di formazione e sessioni di affiancamento successive. Per insegnare alle persone ad essere libere, soprattutto finanziariamente!
Con questo articolo spero di aver messo un mattoncino in più sul tuo percorso di conoscenza in campo finanziario!

Alla tua felicità e libertà!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *