Tags Monte dei Paschi di Siena

Etichetta: Monte dei Paschi di Siena

Fondata nel 1472 è la banca più antica in attività e la terza per dimensioni nel panorama italiano. Negli ultimi anni è oggetto di aspre polemiche che ne mettono in dubbio la solvibilità.

Monte dei Paschi di Siena: quali rischi corrono i clienti?

Periodicamente torna fuori il problema Monte dei Paschi di Siena che fa prendere qualche paura ai diversi clienti: azionisti correntisti ed obbligazionisti. Aldilà delle problematiche presentate dalla banca come devono comportarsi i clienti di Monte dei Paschi di Siena? Proviamo a capire le diverse posizioni di azionisti, obbligazionisti e correntisti.
Monte dei Paschi di Siena

Monte dei Paschi di Siena: cosa è successo?

Monte dei Paschi di Siena ha in pancia 24 miliardi di sofferenze a fronte di un patrimonio di 10 miliardi. Essendo quindi il patrimonio molto più piccolo rispetto alle sofferenze da coprire, approfittando delle turbolenze e debolezze dei listini azionari mondiali di inizio 2016, alcuni hedge fund hanno deciso di accanirsi sulla gazzella zoppa o tra le più deboli ed in particolare sulle azioni del Monte dei Paschi di Siena.
Aumento di capitale MPS

Aumento di capitale Monte dei Paschi di Siena – Conviene aderire?

Aumento di capitale Monte dei Paschi di Siena. Conviene aderire? In che cosa consiste? Ma soprattutto perché viene proposto? In questo breve articolo proviamo a capire se è una operazione davvero interessante oppure se è meglio guardare altrove.
La banca morta

Sopra la banca il cliente campa, sotto la banca il cliente...

I requisiti di accesso al credito sono molto rigidi per appurare che il cliente sia in grado di rimborsare il prestito. Peccato però che così tanta rigidità e integrità non venga conservata dalle banche quando devono collocare i loro prodotti ed invitano i clienti a sottoscrivere polizze, azioni e obbligazioni della stessa banca.
Conto deposito - Nessun rischio

Conti deposito: nessun rischio?

I conti deposito hanno assunto una sempre maggior diffusione come strumento utilizzato dai risparmiatori venendo percepiti come privi di rischio. Ma siamo sicuri che non c’è rischio?