Borsa del credito

L’attuale scenario economico non offre molte possibilità per chi vuole investire del denaro. Tale scenario è un cocktail di una serie di motivi. Partiamo comunque dall’idea che una situazione di questo genere non fa bene agli investitori ma nemmeno alle banche che hanno visto assottigliarsi i propri margini in modo marcato. Non di rado infatti capita di entrare in banca e sentirsi proporre oggetti che mai avremmo pensato di trovare in quel posto (telefonini, attrezzi per palestra…).

Quale funzione svolge la banca?

Da un punto di vista accademico, la banca ha un ruolo sociale molto importante. Infatti funge, o almeno dovrebbe fungere, da regolatore ovvero prestare il denaro dei risparmiatori (soggetti in surplus) ai soggetti richiedenti (soggetti in deficit che sono rappresentati spesso dalle aziende). Il guadagno della banca dovrebbe essere rappresentato dalla differenza proveniente dal maggior interesse pagato dai richiedenti credito ed il minor interesse offerto ai risparmiatori. Naturalmente il risparmiatore non è a conoscenza dei soggetti a cui viene affidato il suo risparmio, attività questa delegata alla banca. Alle attuali condizioni, ovvero tassi di interesse prossimi allo zero, il risparmiatore non ha alcuna convenienza a prestare i suoi soldi e le banche non hanno margini per svolgere la loro attività motivo per cui ti viene offerto di tutto.

Quali sono le aspettative di investimento per il risparmiatore?

In una situazione di questo genere, diventa molto complicato per il risparmiatore valutare degli investimenti. Noi proveniamo da un retaggio culturale, quasi di pretesa oserei dire, dove è quasi scontato che siccome tu hai dei soldi la banca o chi per essa te li deve pagare e te li deve far fruttare. Questo pensiero è figlio degli anni passati in cui un titolo di Stato, rendeva il 12/13% a fronte però di una inflazione altrettanto elevata. L’inflazione è quel fenomeno che si verifica quando quello che compro oggi domani lo pago di più. Detto in altri termini il potere di acquisto reale di uno stipendio diminuisce nel tempo. In una circostanza di questo tipo è naturale e fisiologico avere delle aspettative di remunerazione dei propri risparmi se non altro per proteggerli.

Quale situazione viviamo oggi?

Oggi viviamo invece una situazione diametralmente opposta, ovvero siamo in una circostanza dove l’inflazione rasenta lo zero e le banche centrali dei diversi paesi stanno mettendo in atto da tempo politiche monetarie accomodanti ovvero cercano di stimolare l’economia con delle misure che dovrebbero far salire i consumi. Risultato di questa dinamica è che il rendimento degli investimenti obbligazionari è ai minimi storici e far fruttare i propri risparmi diventa una impresa molto difficile, ma è possibile valutare qualche opportunità fuori dai mercati finanziari.

Quali alternative ci sono?

Probabilmente ti starai chiedendo: e quindi che si fa? La domanda è appropriata anche se la risposta non è molto semplice. Proprio per questo tipo di situazione che stiamo vivendo, da un po’ di tempo mi sto impegnando per portare a conoscenza i miei clienti ed i miei lettori di soluzioni alternative ai mercati finanziari che devono sempre essere ponderate rispetto al proprio patrimonio, al proprio profilo di rischio ed ai propri obiettivi.

In particolare:

  • In questo articolo ti ho spiegato come è possibile investire nell’immobiliare senza dover acquistare una casa;
  • In questo post invece ti ho parlato delle opportunità immobiliari presenti oltreoceano;
  • In quest’altro articolo ti ho invece spiegato delle opportunità offerte dal self-storage;
  • In questo post invece ti ho parlato delle opportunità offerte da un sito di peer to peer Landing ovvero delle possibilità esistenti nel prestare soldi ad altri soggetti privati.

Nell’articolo di oggi invece ti voglio brevemente parlare di Borsa del credito.

Chi è e cosa fa borsa del credito?

Borsa del credito è un portale che ha il compito di mettere in comunicazione aziende che hanno necessità di credito con risparmiatori che vogliono investire. Il management di borsa del credito vanta diversi anni di esperienza bancaria alle spalle pertanto conosce tutte le procedure di valutazione relative alla concessione del credito. Nel mese di Agosto 2016, il tasso di rendimento lordo riconosciuto ai prestatori è stato del 5,71%.
A differenza di quanto avviene in banca, nel momento in cui dovessi decidere di aderire a questa iniziativa, sarai sempre a conoscenza di chi sei andato a finanziarie e di conseguenza anche lo stato del tuo prestito che ti verrà rimborsato a rate mensili. Con questo strumento usufruisci anche di una diversificazione in quanto andrai a finanziarie diverse aziende aderenti. Inoltre i tuoi risparmi sono protetti dal fondo di garanzia attivato per ogni prestito. Unica incombenza che ti rimane è che gli interessi che andrai a percepire su queste somme dovranno essere riportati in dichiarazione dei redditi in quanto, a differenza di una banca, borsa del credito non fa da sostituto di imposta. Non è nulla di drammatico! Annualmente la società ti invierà un resoconto degli interessi che hai percepito. Il foglio che ti arriverà, lo dovrai consegnare a chi ti fa la dichiarazione dei redditi per la compilazione dell’apposito quadro. La tassazione che subirai sarà in funzione della tua aliquota IRPEF.

Se questa soluzione, come le altre di cui ti ho parlato, ti sembra complicata, ti ricordo che ad oggi il rendimento di un titolo di Stato Italiano a 10 anni è pari 1,23% lordo annuo mentre l’equivalente tedesco a 10 anni barcolla da tempo tra il rendimento negativo o a malapena positivo di pochissimi punti percentuali.

Non ti voglio e non ti devo convincere a fare proprio nulla, anzi ti esorto a valutare tutte le alternative agli strumenti finanziari quotati con molta calma e prudenza tenendo in considerazione molteplici aspetti: entità del tuo patrimonio, il tuo profilo di rischio, i tuoi obiettivi, la tua attività lavorativa, la diversificazione del tuo portafoglio, ecc..

Come avrai ben capito, investire è diventata un’attività molto più complessa rispetto al passato. Se hai quindi dei dubbi o desideri avere il mio supporto compila il form dei contatti e valuteremo insieme se potrò esserti utile!

A presto!

LASCIA UN COMMENTO