Polizze vita: un utile strumento di pianificazione
Polizze vita: un utile strumento di pianificazione

Polizze vita. È un argomento su cui grava molta confusione.

In particolare perché la polizze vita vengono spesso associate ad un piano di versamenti che l’aderente effettua nei confronti di una compagnia assicurativa.

Il piano ha una durata predefinita.

Se durante questo periodo l’assicurato viene a mancare gli eredi ricevono il capitale versato fino a quel momento; diversamente se l’assicurato rimane in vita ritira il capitale che ha versato durante la durata contrattuale.

Non voglio entrare nel merito di come le compagnie assicurative gestiscono gli attivi, ma è evidente che un prodotto così strutturato è ricco di costi a carico dell’assicurato e fa male due cose: la gestione del patrimonio e la copertura assicurativa.

Tanto per iniziare bisogna entrare nell’ordine di idee che l’assicurazione è uno strumento utile per proteggersi da rischi di diversa natura.

Le polizze vita proposte dalle assicurazioni, che si occupano di investimenti probabilmente non svolgono quindi in modo ottimale la loro funzione.

Quali polizze vita sono quindi efficaci?

La vere polizze vita che proteggono dall’evento morte, si chiamano temporanea caso morte. È un utilissimo ed efficiente strumento di pianificazione finanziaria.

Come funzionano queste polizze vita?

A fronte del pagamento di un premio per una durata temporale predefinita è assicurata la vita di un soggetto.

Se durante questo periodo il soggetto rimane in vita i premi versati andranno persi, diversamente i beneficiari incasseranno il capitale assicurato.

Quali sono i soggetti coinvolti?

I soggetti coinvolti in questo tipo di polizze vita sono quindi tre:

  • il contraente che stipula il contratto con la compagnia,
  • l’assicurato è la vita del soggetto sottoposta all’alea contrattuale (spesso coincide con il contraente ma può essere anche diverso),
  • i beneficiari ovvero le persone che incassano il capitale nel caso in cui si verifichi l’evento morte.

Possibili risvolti delle polizze vita

A questo punto, probabilmente, qualcuno potrebbe aver iniziato anche a toccare ferro… Ma proviamo a capire quali risvolti potrebbe avere:

  • In una famiglia dove moglie e marito lavoratori hanno in capo un mutuo per l’abitazione, la scomparsa improvvisa di uno dei coniugi potrebbe mettere in seria difficoltà gli affetti che rimangono, figli compresi. Spesso e volentieri le banche propongono questo strumento ma non tutti sanno che non è obbligatorio aderire con la banca proponente.
  • Tutela nelle unioni non riconosciute come coppie di conviventi, seconde famiglie in cui uno dei soggetti non può o non vuole risposarsi.
  • Fiscalità agevolata poiché durante la vita dell’assicurato i premi sono detraibili: all’eventuale verificarsi dell’evento il capitale incassato dai beneficiari è fuori dall’asse ereditario e non è soggetto ad imposte.

Su questo tipo di strumento, i premi offerti dalle varie compagnie assicurative sono quasi allineati.

Il premio dipende naturalmente dall’età dell’assicurato, dalla durata contrattuale e dal capitale assicurato. Maggiori sono queste variabili, maggiore sarà il premio da corrispondere.

Polizze vita, a chi servono davvero?

Senza fare le giuste riflessioni, questo tipo di strumento potrebbe sembrare una ulteriore spesa a fondo perduto che si va ad aggiungere alle molte altre che ognuno di noi deve sostenere.

Ma se ci pensiamo bene, uno strumento di questo tipo, è molto più utile a chi ha impegni finanziari e patrimoni esigui rispetto a chi invece dispone di patrimoni ingenti.

A questo punto occorre quindi considerare che le polizze vita, devono essere contemplate in una buona pianificazione patrimoniale.

Questo a prescindire che il patrimonio da gestire sia più o meno cospicuo.

Cosa vuol dire pianificare? Leggi questo articolo che ho scritto per te!

Hai dei dubbi su questo tipo di polizza che ti è stato proposto? Non sai se nel tuo caso vale la pena sottoscriverne una?

Contattami senza alcun impegno per un confronto!

Alla prossima!

Roberto D’Addario
Consulente Finanziario Indipendente.

LASCIA UN COMMENTO