Monte dei Paschi di Siena
Monte dei Paschi di Siena

Monte dei Paschi di Siena. Mi è necessario un piccolo preambolo per introdurvi alla comprensione della situazione che sta vivendo questa banca.

Come guadagnare in azioni?

Per guadagnare sul mercato azionario non è necessario che la borsa salga. L’importante è che si muova, su o giù non ha molta rilevanza. Come è possibile guadagnare se la borsa scende? Ci sono diversi strumenti ma mi voglio fermare sull’aspetto più semplice: lo short selling ovvero vendita allo scoperto.

Che cos’è lo short selling o vendita allo scoperto?

Sui mercati finanziari è possibile vendere uno strumento anche se non lo si possiede materialmente. Quando si effettua questa operazione si dice in gergo andare short o corti. Quindi ponendo di essere nella giusta direzione presa dal mercato, se io vendo un titolo a 100 e lo ricompro a 90 avrò realizzato un guadagno di 10 (100-90). Per chiudere la posizione short o corta bisogna naturalmente effettuare un acquisto.
Spiegato in termini matematici la situazione è la seguente: la posizione neutrale è 0, se vado short o corto con un titolo la mia posizione diventa -1. Per tornare allo stato neutrale, ovvero a 0, devo eseguire un acquisto di un titolo ovvero +1. In questo modo ero a -1 aggiungo +1 il risultato è 0 ovvero la posizione neutrale. Questa logica funziona anche al contrario cioè supponiamo che io nutra delle aspettative al rialzo su uno strumento o su un mercato. In questo caso effettuerò un acquisto quindi la mia posizione passa da 0 a +1. Per ritornare allo stato neutro dovrò vendere il titolo acquistato ovvero -1, quindi ero a +1 aggiungo -1 il risultato sarà 0.

Questo preambolo mi è servito per introdurre il concetto di speculazione ribassista che periodicamente interessa i mercati o alcuni titoli come accaduto in questi giorni al Monte dei Paschi di Siena il cui titolo azionario è stato protagonista di pesanti vendite.

Cosa è successo all’azione Monte dei Paschi di Siena.

Sembrerebbe che sia partito un attacco speculativo da parte di alcuni fondi hedge americani.
Il fondo hedge è un fondo caratterizzato da ampia libertà operativa senza avere alcun vincolo: può operare in qualsiasi direzione, su qualsiasi mercato e con qualsiasi strumento finanziario.

Il motivo dell’attacco al Monte dei Paschi di Siena risiede nel fatto che questa banca ha in pancia 24 miliardi di sofferenze (crediti deteriorati ovvero crediti difficili da riscuotere) a fronte di un patrimonio di 10 miliardi. Essendo quindi il patrimonio molto più piccolo rispetto alle sofferenze da coprire, approfittando delle turbolenze e debolezze dei listini azionari mondiali di inizio 2016, alcuni hedge fund hanno deciso di accanirsi sulla gazzella zoppa o tra le più deboli ed in particolare sulle azioni del Monte dei Paschi di Siena.

Senza interventi esterni, il titolo si sarebbe completamente polverizzato obbligando quindi, con molta probabilità, il Monte dei Paschi di Siena a svendere i suoi crediti deteriorati per pochi soldi facendo la fortuna degli acquirenti che avrebbero portato avanti azioni di recupero da cui avrebbero quasi certamente ricavato più dell’investimento fatto.

Perchè non è crollato il titolo Monte dei Paschi di Siena?

Ma ad un certo punto è intervenuta la Consob che ha vietato le vendite allo scoperto sul titolo, operazione che non è servita a evitare il tracollo anche perchè il mercato dispone di molteplici strumenti per andare corti o short come le opzioni put.

Nel momento in cui sto scrivendo, il Monte dei Paschi di Siena ha una capitalizzazione di mercato (numero delle azioni per il loro valore) pari a 2061 milioni di €… Leggere una cifra così fa quasi la giusta impressione… Ma proviamo a paragonarla rispetto ad altri titoli quotati, tanto per avere il polso della situazione e capire la reale dimensione:

  • Unicredit 23208 mln;
  • Intesa San Paolo 44741 mln;
  • Ferrari 7846 mln;
  • Mediaset 3697 mln;
  • Moncler 3409 mln.

Non male eh? La terza banca della nazione Italia che vale 1/10 di Unicredit, 1/20 di Intesa, meno della metà di Ferrari e circa 2/3 di Mediaset o Moncler.

Cosa ha fermato il crollo del titolo Monte dei Paschi di Siena?

Ma ad un certo punto è successo che qualcuno ha iniziato a parlare o ipotizzare una bad bank (quella utilizzata per Banca Marche, Banca Etruria & company per intenderci, ovvero quella a cui vengono appioppati i crediti deteriorati per fare le dovute pulizie di primavera) e naturalmente gli accaniti speculatori ribassisti hanno dovuto chiudere in fretta e furia le loro posizioni short, attraverso dei massicci acquisti, generando quindi uno spettacolare rialzo di borsa del titolo (che è arrivato a fare oltre +40% in un giorno… Dopo aver perso molto di più nei giorni prima).

Quanto accaduto al Monte dei Paschi naturalmente può accadere a qualsiasi azienda/titolo, ma naturalmente mette in estrema evidenza la fragilità del sistema Italia. Basta tornare indietro con la memoria al 2011 per ricordare cosa è successo. In quel caso sotto attacco non finì una banca ma i titoli dello Stato Italiano.

Cosa deve fare chi ha rapporti con il Monte dei Paschi di Siena?

Vi elenco un mio personale parere:

  • Se si hanno delle esposizioni debitorie con la banca si può stare estremamente tranquilli;
  • Se si ha un semplice conto corrente con una giacenza al di sotto dei 100.000€ si può stare tranquilli;
  • Se si ha un dossier titoli con all’interno strumenti finanziari che non fanno capo alla banca si può stare tranquilli;
  • Se si hanno azioni o obbligazioni Monte dei Paschi… in bocca al lupo!

Per rimanere sempre aggiornato in modo semplice e gratuito iscriviti alla mia newsletter potrai immediatamente scaricare la guida “Investimenti sicuri: esistono davvero?

Se invece vuoi avere un parere sul tuo portafoglio, contattami: sarò ben lieto di conoscerti e suggerirti il meglio per te in base alle tue esigenze.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here